30 dicembre 2015

IL SEGRETO DELLA CRISALIDE di Denise Aronica | Recensione

Carissimi Bookworms,
sono proprio felice di poter dedicare l'ultima recensione del 2015 ad un romanzo che mi è piaciuto tantissimo: IL SEGRETO DELLA CRISALIDE di Denise Aronica.
Si tratta di un libro davvero molto bello che ha saputo tenermi incollata alle sue paginette digitali fin dall'inizio. La storia di Liv mi ha emozionato come poche e credo proprio che me la porterò nel cuore per molto tempo... soprattutto per quella dose di speranza che ha saputo donarmi !
Il Segreto della Crisalide è il primo libro di Denise Aronica che ho avuto la possibilità di leggere. Il suo modo di scrivere mi è piaciuto talmente tanto che di certo andrò a recuperare il prima possibile anche La linea Sottile, il suo primo romanzo ! XD
La recensione è priva di spoiler, quindi leggete con tranquillità e lasciatevi incuriosire e tentare da questo bel romanzo.
Per ulteriori informazioni e per leggere un piccolo estratto, vi lascio il link alla presentazione del romanzo qui.

Informazioni e Trama

Titolo: Il segreto della crisalide
Autrice: Denise Aronica
Autoconclusivo
Autopubblicato
Genere: Narrativa contemporanea
Data di pubblicazione: 9 novembre 2015
Pagine: 330
Prezzo ebook: 0,99 € 

AMAZONAggiungilo su GOODREADS
TRAMA: Sono passati quasi nove mesi da quando i genitori di Olivia sono morti, ma lei non è ancora riuscita a farsene una ragione. Sa di non essere pronta a passare oltre e a lasciarli andare per sempre e non intende sforzarsi per farlo, così trascorre le sue giornate a tenere il conto del tempo che passa in modo maniacale, imbrattandosi il braccio con un pennarello, chiusa nella sua nuova camera a casa dei nonni, a leggere fino a dimenticarsi di tutto il resto. Nemmeno per Max, il suo fratellino di otto anni, è semplice riuscire a fare breccia nella solida armatura che Olivia ha costruito tutto intorno a sé e anche i nonni, pur sforzandosi di non darlo a vedere, non potrebbero essere più preoccupati per lei, che si rifiuta persino di parlare con uno psicologo. Sarà per via della sua reticenza e testardaggine a rifiutare qualsiasi tipo di sostegno che nonna Margherita prenderà una decisione drastica. Olivia sarà costretta a frequentare per un paio di mesi una sorta di centro estivo molto particolare, gestito da un’amica di vecchia data di sua madre, in cui un’equipe di specialisti si occupa di aiutare adolescenti affetti da dipendenze comportamentali. Proprio lì al centro, grazie alla compagnia di Daniel, un nerd dipendente dai videogiochi, e di Andrea, una ragazza viziata, volubile e misteriosa, Olivia riuscirà finalmente a lasciarsi andare e ad aprire un po’ il suo cuore. Il dolore per la sua terribile perdita però, continuerà ad assillarla, soffocando sul nascere ogni più piccolo sprazzo di felicità. Olivia sarà così costretta a rendersi conto che dovrà iniziare a lottare con tutte le sue forze per riuscire ad avere di nuovo il controllo sulla sua vita prima che sia troppo tardi. 

Sono passati “otto mesi, trentaquattro settimane, duecentoquaranta giorni e cinquemilasettecentosessanta ore”  dall’ultima volta in cui Olivia ha parlato con i suoi genitori, da quando un terribile incidente d’auto gliel’ha portati via entrambi, lasciando lei e il suo fratellino, Max, orfani.
Incapace di affrontare il lutto, Olivia si rifugia tra le pagine dei suoi amati libri, chiudendosi in sé stessa. Così, sua nonna, preoccupata per lei, decide di mandarla in un centro estivo in cui vengono aiutati ragazzi che, come Olivia, sono affetti da dipendenze comportamentali.

Dopo la Linea Sottile, Denise Aronica mette da parte momentaneamente il genere paranormal/ sci-fi, per  deliziarci con Il Segreto della Crisalide, un romanzo di narrativa contemporanea che affronta in maniera delicatamente accurata il problema della dipendenza comportamentale e dell’elaborazione del lutto.

Non riesco a lasciarmi il passato alle spalle e così mi rifugio nei libri.

Sebbene la lettura venga percepita spesso come un efficace rimedio per le sofferenze dell’anima, in Il Segreto della Crisalide l’amore per i libri e la necessità di rifugiarsi tra le confortevoli pareti di carta dei romanzi, acquista le movenze di una vera e propria dipendenza patologica: Olivia non riesce ad accettare la morte dei genitori e l’unico modo che conosce per evitare di pensare e di affrontare la cruda realtà dei fatti è quello di aprire un libro e abbandonarsi alle storie di altri personaggi.

Leggere è l’unica cosa che mi aiuta davvero a liberare la mente e che mi permette di estraniarmi del tutto.

Il romanzo è narrato in prima persona da Olivia, permettondoci così di esplorarne in profondità la psicologia: è stato affascinante ed emozionante poter seguire Olivia attraverso il fragile percorso di guarigione; leggere le sue continue giustificazioni di fronte alle evidenti difficoltà nel confrontarsi con la perdita dei genitori e la difesa continua della salubrità della sua dipendenza dalla lettura…
Nel Centro Estivo organizzato per aiutare ragazzi affetti da diversi tipi di dipendenza comportamentale, Olivia, privata dei suoi amati libri, sarà costretta ad affrontare sé stessa, le proprie paure e lo straziante dolore per la perdità dei suoi genitori.

Vorrei riuscire a  scoprire il segreto, capire come sbarazzarmi della mia crisalide, come uscire da questo tunnel, come liberare la farfalla che c’è in me, la stessa che sta pian piano soffocando e che se non verrà liberata in tempo non riuscirà mai a spiegare le ali.

Solo recuperando il contatto con la realtà e con le persone che la circondano, Olivia potrà trovare la forza necessaria per rialzarsi più forte di prima. Fondamentale l’incontro con Daniel, un nerd dipendente dai videogiochi e Andrea, la sua compagna di stanza che nasconde una terribile verità dietro la sua spavalderia e apparente spensieratezza.
L'amore incondizionato, privo di pregiudizi e l’amicizia nata dalle ceneri di bugie svelate, saranno la chiave per restituire ad Olivia il sorriso e la sua vita.

Il Segreto della Crisalide di Denise Aronica è un bellissimo romanzo di rinascita, capace di accendere il cuore di speranza anche nei più bui momenti di disperazione come solo la perdita di una persona amata può suscitare.
Un romanzo che merita di essere elogiato per la cura con cui è stato trattato in fase di editing e per lo stile di scrittura fluido e coinvolgente. L’autrice ha raccontato con abilità una storia mai scontata, con una trama ben costruita, riflettendo sull’argomento delle dipendenze comportamentali con la giusta competenza e mai con superficialità.

Rating in Segnalibri:
4.5

La bellissima storia di Liv e del suo emozionante percorso di rinascita.
Che cosa ne pensate?

Buone Letture,


5 commenti:

  1. Ce l'ho e spero di leggerlo a breve! "La linea sottile" mi era piaciuto molto, quindi ho delle aspettative parecchio alte ^-^

    RispondiElimina
  2. Grazie di cuore per la splendida recensione *_* sono contentissima di essere riuscita a regalarti così tante emozioni attraverso la storia di Liv ♥

    Bellissimo anche il picspam! Lo hai fatto tu? È una meraviglia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stato un piacere leggerlo!! ♡
      Sii l'ho fatto io il picspam pensando al romanzo (mi son divertita molto a crearlo! XD) !Sono felice che ti piaccia!! ♡♡

      Elimina
  3. Complimenti per la recensione! :)
    Ho letto questo libro più o meno nel tuo stesso periodo (almeno a giudicare dalla data della recensione ;) ) e devo dire che mi ritrovo molto nelle tue parole :) E' un libro molto curato, che parla con la giusta attenzione di diversi temi delicati e ho davvero apprezzato la sua positività :)

    RispondiElimina

Ogni commento è per me come un pizzico di polvere fatata ... Grazie! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...