4 agosto 2014

THE WINNER’S CURSE by Marie Rutkoski | Booktalk




“Sembra che qualcuno stia soffrendo della Maledizione del Vincitore.”
Kestrel si voltò verso di lei [Jess]. “Che vuoi dire?”
“Non frequenti spesso le aste, vero? La Maledizione del vincitore è quando hai la meglio sull’offerta, ma solo pagando un prezzo esorbitante.”
----- The winner’s curse, cap. 1, pag. 15  
(la traduzione è mia, perdonate eventuali errori!)




Titolo: The Winner’s curse
Autore: Marie Rutkoski
Serie: Winner’s curse (#1)
Data di Pubblicazione: 4 marzo 2014 ed. Farrar Straus Giroux
Lingua: Inglese (al momento non esiste un’edizione italiana)
355 pagine
TRAMA: Come figlia del generale di un vasto impero che gode nel far guerra e riduce in schiavitù tutti coloro che vengono conquistati, Kestrel ha due scelte: può unirsi all’esercito o sposarsi. Lei ha altre idee in mente. Un giorno, Kestrel rimane stupefatta nel trovare uno spirito affine in Arin, un giovane schiavo messo all’asta.
Seguendo il suo istinto, Kestrel lo compra – e per un prezzo sensazionale che non fa che innescare le chiacchiere dell’alta società.
Non passa molto tempo prima che la ragazza si ritrovi a dover nascondere  il suo crescente amore per Arin.
Ma anche lui ha un segreto e Kestrel apprende ben presto che il prezzo che ha pagato è molto più grande di quelle che avrebbe immaginato. Vincere cio che desideri, potrebbe costarti tutto ciò che ami.





Ho provato a pensare ad un romanzo in cui qualcuno avesse vinto un’asta ad un altissimo costo emotivo. Ho pensato allora: E se l’oggetto dell’asta fosse una persona? Che cosa significherebbe a quel punto vincere?  
-----  Marie Rutkoski, Author’s note

The Winner’s curse è il primo romanzo della trilogia YA intitolata Winner’s Trilogy, scritta da Marie Rutkoski.

La vicenda è ambientata in un’epoca non ben definita in cui la maggior parte delle terre emerse sono sotto il controllo del vasto impero dei Valorian, una popolazione la cui l’occupazione principale è far guerra e le ragazze sono per legge obbligate a scegliere entro i diciotto anni se arruolarsi e intraprendere la carriera militare oppure sposarsi.
Kestrel è la figlia del Generale dei Valorians e, in quanto tale, tutti si aspettano che ne segua le orme, ma la vita militare non fa per lei. Kestrel vorrebbe poter seguire la sua passione, il pianoforte, ma nel suo mondo la musica è un’attività destinata solo agli schiavi.

Il romanzo inizia con l’asta in cui la protagonista acquista per un prezzo esorbitante un giovane schiavo, Arin, della popolazione degli Herrani, sconfitti dai Valorians in una grande Guerra avvenuta dieci anni prima.
Kestrel è colpita dall’atteggiamento del ragazzo e ne rimane ben presto affascinata, desiderosa di scoprire qualcosa in più sul suo passato, sulla sua vita prima della Guerra Herran.


The Winner's curse tuttavia non è incentrato esclusivamente sulla travagliata storia d’amore tra due giovani di differenti classi sociali… ma anche sul desiderio di libertà e rivincita della popolazione Herran, ormai pronta alla rivolta.
Ma non voglio svelarvi troppo!

Appena cominciata la lettura non riuscivo a decidere se mi stesse piacendo o no … principalmente a causa dell’atteggiamento piuttosto fastidioso di Kestrel, che all’inizio appare troppo altezzosa e concentrata su se stessa … di pagina in pagina si riesce invece a comprenderla fino in fondo e ad apprezzarla, nonostante la sua continua indecisione e la troppa preoccupazione per i “pettegolezzi”.

Il motivo, o meglio il personaggio che mi ha fatto davvero amare questo libro è stato Arin. Trovo che le parti del romanzo narrate dal suo punto di vista siano le migliori. Arin è così affascinante, dolce, intelligente, battagliero e con la battuta pronta (mi ha quasi ricordato Jace Herondale, eh sì!).

La seconda parte del libro, in particolare, l’ho trovata davvero bellissima, con un ritmo sostenuto e ricca di risvolti inaspettati.

The Winner’s Curse è una sorta di romanzo storico collocato in un’epoca inventata dall’autrice e descritta in ogni suo dettaglio; un universo in cui i segreti, bugie e soprattutto i “pettegolezzi”, si rivelano essere armi ben più affilate e dolorose di qualsiasi spada e temuti da tutti, vincitori e vinti.

Spero di avervi fatto venire voglia di leggerlo, perché merita davvero !

Rating in segnalibri: 
    Beautiful





6 commenti:

  1. Girovagando tra i vari canali di youtubers americani ho scoperto questo libro e mi ha subito colpita per la bellissima cover. E poi ovviamente c'è la trama, che sembra davvero interessante e mi ispira moltissimo.
    Prenderò al più presto l'ebook, la tua recensione mi ha decisamente convinta :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di averti incuriosito! :D ora sono curiosa di sapere cosa ne penserai, una volta letto!!
      (eh sì, la cover è stupenda *_* !! )

      Elimina
  2. Lo avevo adocchiato da un pezzo e penso proprio che lo leggerò! :D
    Quella cover è fenomenale. **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii devi leggerlo! :D la cover è bellissima e anche l'interno è molto bello: le prime e le ultime pagine sono completamente nere con scritte bianche! ;)

      Elimina
  3. molto bello e travolgente, intricato e coinvolgente

    RispondiElimina
  4. Avevo voglia di leggerlo, solo che non ero molto convinta, grazie alla tua recensione lo leggerò sicuramente!
    -Rose

    RispondiElimina

Ogni commento è per me come un pizzico di polvere fatata ... Grazie! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...