24 novembre 2014

LA CHIMERA DI PRAGA di Laini Taylor | Recensione



Cari Bookworms,
oggi vorrei parlarvi di Daughter of smoke and bone (titolo italiano: La Chimera di Praga) di Laini Taylor, primo volume dell’omonima trilogia.
Tuffiamoci subito tra le pagine di questo bel romanzo:

Titolo originale: Daughter of smoke and bone
Autore:  Laini Taylor
Serie: Daughter of smoke and bone #1
Editore (Usa) : Little Brown & Co (Juv)
Editore (Italia): Fazi
Data pubblicazione: 3 maggio 2012
Lingua: inglese
TRAMA:Karou ha 17 anni, è una studentessa d'arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un'intricata filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale. Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l'esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz'anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell'aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell'immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua "famiglia" Karou si scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita. 

Dimenticate tutto quello che avete letto fino a questo momento su angeli e demoni, perché Daughter of smoke and bone di Laini Taylor è un qualcosa di completamente diverso da farvi scoppiare la testa!


Karou ha i capelli blu e non perché se li tinge, ma in quanto lei ha espresso il desiderio di averli di questo colore. Ama disegnare ed è ammirata da tutti nella scuola d’arte per la sua capacità di rendere su carta personaggi che sembrano essere usciti da un fumetto fantasy… ma Karou non immagina quei personaggi, lei li conosce sul serio e li ritrae dal vivo nei suoi preziosi quaderni. Karou infatti non è una delle tante ragazze che abitano la bellissima città di Praga, non ha vissuto lì la sua infanzia, ma Altrove, nel negozio di Brimstone, una chimera, che fin da bambina l’ha accolta e allevata come se fosse sua figlia. Siamo, così, immediatamente catapultati nel mondo di Karou e in quella che è ormai diventata la sua routine: quando Brimstone la chiama inviandole biglietti legati alla zampa
del suo corvo Kishmish, Karou accorre. Le sue spedizioni in giro per il mondo hanno come scopo l’acquisto di carcasse di animali o denti, preferibilmente umani.

Questa è la vita di Karou, fino a quando non cominciano ad apparire delle misteriose mani nere impresse accanto alle porte di entrata per Altrove. Durante una delle sue missioni, Karou viene attaccata da un angelo, il quale l’avrebbe uccisa se gli strani e inspiegabili tatuaggi – detti hamsas che Karou ha da sempre sul palmo delle mani, non l’avessero salvata, sprigionando una forza incredibile, riuscendo a mettere fuori gioco l’angelo e dandole il tempo di fuggire. 
Dopo aver rischiato la sua vita Karou ha bisogno di sapere chi è, cos’è… e la sua curiosità la porterà pian piano a scoprire la verità sulla sua esistenza e sulla strana attrazione che si instaura tra lei e l’Angelo, Akiva, che l’ha quasi uccisa.

Raccontare la trama di questo romanzo senza fare spoiler è difficilissimo, perché molto complessa e ricca di particolari. La Taylor ci catapulta in un universo sofisticato, che pur basandosi su elementi conosciuti come angeli e chimere/demoni, è plasmato a tal punto da essere reso irriconoscibile: da tempo immemore si combatte una guerra che sembra non avere fine tra Seraphim (nati e cresciuti con il solo scopo di essere addestrati come soldati) e Chimere (divisi in tante famiglie diverse, in base alle caratteristiche dominanti: l’elite è rappresentata dalle chimere che hanno la parte superiore del corpo umana). Su questo elemento si innestano tanti particolari ben congegnati: la questione dei desideri, per i quali gradualmente veniamo a conoscenza di quanto essi possano costare caro, e l’inquetante tratta dei denti…

Per quanto riguarda la story-line di Karou e Akiva all’inizio ho creduto veramente che fosse l’ennesino caso di insta-love dove i due si sentono attratti fatalmente l’uno dall’altro … poi capisci che c’è di più e la rivelazione finale non può che sorprendere e lasciarti amare ancor più profondamente il romanzo.

Tutto è raccontato con una fluidità e descrizioni meticolose,  che riescono a ritrarre Praga e Altrove con una solidità tale da sembrare di aver davanti agli occhi uno dei bellissimi disegni di Karou.

Mi dispiace molto che nella traduzione italiana del titolo si sia passati da Daughter of smoke and bone a La Chimera di Praga, perché si rischia di perdere quel momento in cui nel libro compare effettivamente l’espressione  fumo e ossa” che fa comprendere tutto (non che il titolo italiano sia completamente astruso, per carità! XD).

La Chimera di Praga di Laini Taylor è un romanzo davvero originale, frutto di una fervida immaginazione, popolato da personaggi surreali e costruito ad arte.

Lo consiglio a chi cerca qualcosa di diverso dalle solite leggende sugli angeli e sulla lotta tra bene e male: qui siamo su un altro livello, in cui il punto di vista principale è quello di un demone, ma distinguere ciò che è giusto o sbagliato è davvero un’ardua impresa.

Rating in segnalibri: 

4 | Beautiful


Avete letto questo romanzo?
Sono curiosa di sapere cosa ne pensate!

Buona lettura,




7 commenti:

  1. Anche a me era piaciuto molto :D l'ho trovato molto originale e voglio assolutamente leggere il seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non vedo l'pra di leggere il seguito, sono molto curiosa di sapere xosa succederà :D

      Elimina
  2. Questa trilogia mi attira tantissimo! La cosa che mi incuriosisce di più è il fatto che tutti ne parlino come di un romanzo molto originale. Una cosa un po' diversa ogni tanto ci vuole proprio. E anche a me piacciono un sacco i titoli originali, non solo il primo, ma tutti e tre! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena puoi leggilo! *_* sarei curiosa di sapere cosa ne pensi
      ... Solo leggendolo si riesce a capire quanto sia qualcosa di "diverso" (superati i primi capitoli in cui si deve un po' capire come funziona, poi scorre benissimo, almeno per è stato così).
      I titoli originali hanno tutto un loro fascino... Poi mi piace molto quando si riesce a ritrovare nel libro la frase che contiene il titolo! :D

      Elimina
  3. Ho letto questo romanzo ormai l'anno scorso e non ho ancora letto il seguito, ma una cosa è certa, il primo volume della serie mi era piaciuto moltissimo.
    Ho amato molto lo stile della Taylor, in particolare quando si cimenta nelle descrizioni dei luoghi e dei personaggi. All'improvviso mi sono ritrovata in una fredda e ostile Praga ma anche in una Marrakech calda e affollata.
    E poi la parte finale è semplicemente bellissima, anche se scorre forse troppo velocemente ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, le descrizioni sono veramente belle! *_*
      per l'ultima parte sarei curiosa di leggere il seguito per capire se è stata scritta troppo velocemente o è stato solo un assaggio di qualcosa che sarà spiegato meglio inseguito! :D

      Elimina
  4. Bella recensione (la mia la trovi qui, se ti va!) ^^
    Di questo libro ho assolutamente amato l'ambientazione descritta dalla sapiente mano della Taylor, i personaggi a 360° in particolare Sulphurus, il mio amore, e i cliffhanger finali che fanno venire voglia di continuare la storia...
    Non è sicuramente un libro perfetto, però, e ci sono degli elementi che per ora mi hanno deluso (Akiva!!).
    Un abbraccio e buone letture,
    Rainy

    RispondiElimina

Ogni commento è per me come un pizzico di polvere fatata ... Grazie! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...